sabato 5 luglio 2008

Io tatùi, tu tatusti, egli tatù...


Proprio oggi, dopo pranzo, il Fratellonzo s'è messo in testa di farsi un tatuaggio.
Sarà stato il sugo ai peperoni.
Sicchè i due fratelli si sono messi in macchina alle 3 del pomeriggio e sono entrati in quel negozietto che ad ogni apertura di porta vomita fuori personaggi tatuati, pirsingati, spettinati, rastati, crestati, anfibiati e borchiati.
Essendo una delle rare uscite fratello-sorella, Pilar non voleva essere troppo molesta, e s'è trattenuta parecchio prima di sparare la sua scarica di domande...
...ma che cosa ti vuoi tatuare? e dove? e gliel'hai detto alla mamma? ma quando invecchi cheffai?? e se poi ti annoi??
"Non lo so" ha risposto.
Ah bèh.

Allora si sono seduti sulla panchina del negozio, quella coi teschi sui cuscini, e hanno cominciato a far passare i raccoglitori precisamente catalogati: Tribali, Lettere, Angeli & Co., Indiani, Polinesiani, Gesù & Co.(viggiuro, c'era davvero scritto così)...
Nel frattempo, sono entrati: coppia di ragazzetti con mamma al seguito (per un tribale), puttanona volgarotta (una fata scintillante, decisamente demodè), ragazzone obeso (per rifinire un tatuaggio e farlo arrivare dalle spalle fino al didietro), ragazzetta modaiola (per una farfalla sul polpaccio), padre in crisi di mezza età (s'è tatuato le iniziali e le date di nascita dei suoi 2 figli, perchè "ho aspettato quarant'anni, o lo faccio ora o mai più!").

Notata l'evidente incertezza del fratello maggiore, Pilar sfodera le sue doti diplomatiche fintamente disinteressate, riuscendo dapprima a convincerlo che forse è meglio aspettare la fine dell'estate (" 'chè sennò non puoi abbronzarti come piace a te"); poi, con la delicatezza che la contraddistingue, lo ha persuaso a cercare qualcosa di più personale: "Cazzo, hai un macello di passioni, ne troverai pure una giusta per un tatuaggio!".

Sicchè, le opzioni sono:
1- una lucertola ("mi sembra giusto: con tutte quelle che hai fatto saltare coi petardi quando eravamo piccoli...!")
2- una scimmia (data l'evidente somiglianza...)

Pil: ma dove la vuoi fare 'sta macchia perenne?
Bro: sulla pancia (indicando poco sopra la crestina dell'osso iliaco)
Pil: ma quando diventi vecchio poi ti si affloscia tutta! Si deforma!
Bro: (con lo sguardo alla Braveheart) sarà uno stimolo per tenermi in forma sempre!


Sembra che i due siano a buon punto, no?

6 commenti:

Fede Zik ha detto...

bella la lucertolinaaaaa! io ne vorrei una sul polso! :-) :-P

Anonimo ha detto...

Cioè si è fatto fare il tatuaggio o no? E' bello? Lui è soddisfatto? Sulla panza?

Pilar ha detto...

Fede: se stasera a cena tiri fuori l'argomento, ti faccio ingoiare le cozze intere come sono.

Anonimo: il tatuaggio non l'ha fatto, per ora: la lista d'attesa è mooolto lunga, grazieadio. Se ne parla a fine agosto/settembre...

ilbusca ha detto...

Io mi farei tatuare la data di scadenza (gia' superata, ovviamente). Tipo "Best before : 19 AUG 2001" in Times New Roman.
Sul polso.

Fede Zik ha detto...

eh, il busca ne sa tante.

usti, alla cena dell'altra sera mi sono dimenticata di chiedere a tuo fratello 'sta storia del tatuaggio! :-P

Pilar ha detto...

busca: almeno saresti originale!

fede: MEGLIO COSì. ora non sarei viva.