martedì 15 aprile 2008

Maumèt foa di bàll (trad: Maometto fuori dalle balle) Ovvero: la folkloristica Brianza.



Che la Brianza sia un baluardo della Lega è cosa risaputa.

Armata di pastello rosso, ieri Pilar ha trascorso ore a crocettare i voti dati alle varie liste.
La Lega ha beccato un macello di voti. Un MA-CE-LLO.
Ogni volta che metteva un segnetto rosso, aveva un sobbalzo. Arrivata a sera sull'orlo di una crisi di nervi, è stata salvata dall'isterismo grazie al folklore lumbàrd.
Perchè solo un leghista potrebbe votare in questo modo (evidentemente, rendendo nulla la propria volontà):

- usando le penne biro - che non si sa mai, qualche Cumunista potrebbe cancellare il mio voto
- segnando sia Lega Nord sia Lega Lombarda - così son sicuro che la Lega va sù
- scrivendo VIVA LA LEGA sulla scheda elettorale - crepi l'avarizia
- scrivendo VAFFANCULO alla Camera e VAFANCULO al Senato - 'chè non son sicuro della regola
- scrivendo NO sopra il PD e Sì sopra la Lega - perchè una crocetta magari non è abbastanza chiara.


E Pilar, sforzandosi di restare impassibile, segnava col pastellone rossoblu.

Non lo sa se farà ancora la scrutatrice.
Non perchè sia stressante, faticoso o noioso.
Ma perchè fa male.
Perchè Pilar insegna ai suoi bambini ad usare le parole anzichè la violenza; a non fare le corna e a non dire parolacce; a lavorare con l'amico e col nemico; ad essere generoso con chi non ha nulla; ad aiutare il debole e non a spalleggiare il bullo.
Invece...

33 commenti:

viadellaviola ha detto...

dai che i tuoi bimbi saranno dei bravi adulti e penseranno sempre a quello che hai insegnato loro...

(ho scritto loro e non gli, senò in quanto maestra poi t'arrabbi)

Akilleys ha detto...

Nel mio paese, cara maestra Pilàr, quasi un votante su due vuole Lega... ma ho sentito di paesi vicino che hanno saputo far di meglio.
Chissà se la Brianza apparterrà ad una federazione diversa da quella della Marca...

Pilar ha detto...

viola: disgraziatamente(?), tra la scuola materna e la maggiore età... passa un sacco di acqua sotto i ponti!

Aki: sì, un votante su due vota Lega... l'unico problema (?) è che non sa COME votare!

Anonimo ha detto...

Cara Pil, a me andato peggio il dopo-pastello rosso. Speravo che fuori da nostro paesello ci fosse un altrove che ci metteva una pezza. Invece non è andata così.

Luci (avvilita)

sara__b ha detto...

nel mio seggio toscanissimo la Lega ha preso due voti e il PdL arrancava dietro un PD vincente in rapporto di 4:1.
Mentre crocettavo i verbali ho pensato: "vedrai che stavolta perdono di brutto".
Poi sono tornata a casa e ho visto delle scimmie urlatrici alla tv vestite di verde festeggiare alla grande.
Italia mia, ma quando ti rialzerai davvero?

Pilar ha detto...

luci: non so se ti ricordi, ma all'inizio tutte le crocette erano per il PD... che stessi sognando?

sara: lascia che festeggino, quelle fessacchiotte...hanno bisogno di pestare ancora la crapa...

ilCannetta ha detto...

Veramente imperdonabile lo champagne: che violenza! che volgarità! Meno male che c'è qualcuno che insegna come lavorare con l'amico e col nemico...
Poi l'ignoranza: non sanno nemmeno come votare... certo che ci vorrebbe proprio qualcuno che li indottrinasse su "come" si vota. L'intellighentia del PD lo fa con i suoi e non ci scappa nemmeno un errore. Peccato non sia servito...

Pilar ha detto...

però l'intelligenza dovrebbe imparare ad essere più "popolare"...
oggi vedo nero. anche se fuori c'è il sole.

Fede Zik ha detto...

Cara Pil, vedo nero anche io. La vittoria del Berlusca era preventivabile (sì, sono un'ottimista per natura...), conoscendo anche il popolo bue. Non mi aspettavo questo exploit della Lega (la parte più becera della nostra politica, anche se nella destra è difficile scegliere a chi assegnare tale Palma). Il PD (che io cmq NON ho votato e sai anche perchè) ha sbagliato molto in fase di campagna elettorale e ha pagato la pessima fama che il centrosinistra si era fatto durante il misero governo Prodi.


Un saluto e una pacca sulle spalle a tutti i delusi che bazzicano questo blog (emigriamo in massaaaaaa!!!).
Fede

ilCannetta ha detto...

beh, la lega può essere becera tanto quanto francesco caruso e vladimir luxuria in parlamento...

ALittaM ha detto...

E' stato il poster con l'indiano, vi dico! Io avrei votato Lega solo per quel poster lì!

Fede Zik ha detto...

becera luxuria? in che senso?

Anonimo ha detto...

Jožin z bažin...Jožin z bažin...Jožin z bažin...Jožin z bažin :))

ilCannetta ha detto...

becera/o nel senso di esempio di ostentazione senza motivo, grossolana e volgare, di una sessualità per altro discutibile. Un esempio è quando ha fatto tutto quel chiasso per la storia dei bagni del parlamento e riguardo al bagno che lei/lui doveva scegliere (mi pare volesse andare o fosse proprio andato/a in quello delle donne...)

Anonimo ha detto...

...mah, votare...siamo qui a discutere su come si vota..dovrebbe essere una cosa facile come bere un bicchier d'acqua. E senza errori...
Per me è inconcepibile che i sinistrorsi basino le loro vittorie e le loro sconfitte su un controllo forsennato dei seggi...è una cosa di cui non mi capacito. L'uomo non è nato per essere preciso.

Pilar ha detto...

fede: il nuovo post sarà per te!

alittam: ti sei beccata lo spot (/film) della lega al cinema? 'na roba tipo braveheart!

ilcannetta: ho sentito parlare luxuria poche volte, ma per quanto ne so non ha mai detto cazzate. anzi. la storia dei cessi non l'aveva sollevata lei, bensì la Gardini (che evidentemente non sopportava di essere ricordata solo per aver condotto "EuropaEuropa")

anonimo (aka "L'uomo che non commenta mai"):non so se mi spaventi o se mi preoccupi. in ogni caso...Jožin z bažin...Jožin z bažin...Jožin z bažin...Jožin z bažin!!

Pilar ha detto...

anonimo: "controllo forsennato dei seggi"? cosa fai, BUSCI? L'uomo non è affatto preciso, è per questo che le crocette possono essere grandi, piccole, fatte con tratto leggero o pesante, dritte o storte... MA DEVI FARE SOLO UNA CROCETTA, DIAMINE!

ilCannetta ha detto...

Un travestito è volgare, o per lo meno grottesco, di suo. Ognuno è libero di fare quel che vuole da privato cittadino, ma vederlo a rappresentare i cittadini italiani in parlamento mi sembra ancor più ridicolo. Inoltre, visto che la natura l'ha fatto uomo anche se lui vuole essere altro, non vedo perchè debba forzare la mano andando nei bagni femminili... mi sembra leggermente una provocazione per lo meno...
E poi cmq cosa vogliamo dire di Caruso: non è becero mettere in parlamento uno che si è spesso dato a manifestazioni in cui di norma compaiono da qualche parte spranghe e bastoni? La lega, a parte gli esaltati del campanile di Venezia (si, quelli del carrarmato finto fatto col trattore) di qualche anno fa non ha mai fatto a botte con la polizia o spaccato le vetrine dei negozi...

Fede Zik ha detto...

a cannetta! o che tu dici?!
luxuria si sente donna, quindi si veste da donna e va nel bagno delle donne. libera di farlo, se sente "sbagliato" il corpo che ha. chi sei tu per giudicare la sessualità di una persona? volgare, semmai, è la gente che solleva polemiche inutili (la gardini) o che afferma "meglio fascista che froscio" (mussolini). presumo che tu non abbia mai sentito parlare luxuria, perchè quando ha risposto a tali polimiche strumentali e volgari ha SEMPRE mantenuto un tono dignotoso.

PS: la Lega fa peggio, incitando all'odio intranazionale, razziale e omofobo.

Pilar ha detto...

gesummaria, cosa ho combinato...?!

ilCannetta ha detto...

luxuria si potrà anche sentire donna, ma non è una donna, questo è un dato oggettivo. E comunque, visto che ognuno è libero di dire ciò che vuole, per me un travestito è volgare a priori.
Il fatto è che non si tratta di odio razziale e omofobo. Semplicemente di italiani che ne combinano ce ne sono già, tirarsi in casa anche gli stranieri mi sembra un po' masochista. E visto che cmq ci sono famiglie (uomo + donna + (eventuali figli) = famiglia) italiane che non anno una casa decente, dare la casa a extracomunitari e coppie omosessuali mi sembra profondamente ingiusto.
Sai, mediamente le persone che sento esprimere un'idea più aperta verso omo e extra sono quelle più "agiate". E' molto facile essere progressisti così: mi sembrano un po' i verdi che non volevano i ripetitori sui palazzi e sulle colline ma avevano 2 telefonini...

Fede Zik ha detto...

Capisco che un parlamentare travestito possa urtare la sensibilità dell'italiano medio(cre), ma ricorda che fino a qualche decennio fa per il senso comune anche i baci in pubblico erano scandalosi.
Gli immigrati che vengono qui per lavorare e che rispettano le leggi ben vengano: vatti a leggere le statistiche, ci sono certe aziende (di solito le piccole) che senza il lavoro degli extracomunitari dovrebbero chiudere. Quelli che invece commettono reati, che se ne tornino a casa.
Per quanto riguarda le coppie di fatto: si tratta di cittadini italiani come te e me, pagano le tasse e vorrebbero vedere riconosciuti i loro diritti. Secondo te due persone che passano la vita insieme non devono avere il diritto di darsi conforto in ospedale, al pari di due coniugi? Secondo te due persone che hanno fatto sacrifici come tutti gli altri (forse anche di più, visto il disprezzo sociale che le circonda) non possono avere il diritto di ereditare una casa o un contratto di affitto? Se la tua risposta a entrambe le tue domande è no, ti dimostri intollerante verso il tuo stesso concittadino. Non vedo che fastidio ti possa dare una legge che tutela le coppie di fatto: dare diritti a una minoranza non significa toglierne alla maggioranza.

ilCannetta ha detto...

Dunque, per non generare confusione ti risponderò per punti in tre commenti diversi, altrimenti un commento solo diventa chilometrico... :)

Pilar ha detto...

ohmmadonna.

ilCannetta ha detto...

Punto 1: I travestiti.

E' vero che una volta anche i baci in pubblico erano scandalosi, ma in quel caso si può parlare di una semplice e naturale evoluzione/modificazione del senso del pudore.
Il travestitismo invece è una deviazione. Un uomo che si sente una donna o viceversa non è una cosa normale, il soggetto in questione ha evidentemente dei grossi problemi di natura sessuale e comportamentale, quindi non mi sembra che sia la persona adatta a rappresentare un paese. Il tentativo di far diventare questo problema del soggetto una cosa normale e farlo passare per una "scelta di vita" mi sembra una forzatura ed è abbastanza ingiusto in senso assoluto: il travestitismo non è normalità.

ilCannetta ha detto...

Punto 2: Gli immigrati

Lo so benissimo che ci sono aziende che hanno bisogno del lavoro degli immigrati per andare avanti, ma per un semplice motivo: gli italiani non vogliono più fare certi lavori. Premesso che "tanto di cappello" agli immigrati che lavorano onestamente (se mi permetti, mediamente questa categoria degli immigrati corrisponde ai senegalesi, per altro persone educate e gentili anche quando svolgono attività meno "tradizionali" tipo vendere i cd copiati nei pub :) ), che infatti sono benvoluti dalla popolazione nei posti dove sono presenti, semplicemente il problema deriva dal comportamento degli italiani. E' molto più facile per il ventenne italiano piangere per non aver lavoro, per essere un precario, e così via, piuttosto che mettersi a fare un lavoro magari sicuro in cui però deve sporcarsi le manine. Una fonderia che conosco personalmente ha quasi tutti operai indiani, perfettamente in regola e retribuiti come gli italiani, per il semplice fatto che i vari ragazzotti italiani in fonderia non ci vanno, e se ci vanno fanno più danni che altro.
La gente ha votato come ha votato non per mandar via quelli che lavorano, ma per mandar via quelli che vedi per strada tutto il giorno che non si capisce come campino, per mandar via i rumeni che stuprano le ragazzine alla stazione del treno, quelli che arrivano e vogliono che tu ti adatti a loro, e così via...

ilCannetta ha detto...

Punto 3: le coppie di fatto

Le coppie di fatto non sono il problema. Per lo meno non le coppie intese come uomo e donna, che per altro dispongono cmq già di uno strumento chiamato "matrimonio civile", che preserva i loro diritti e che come dice la parola "civile" è un atto svolto e riconosciuto dallo stato e che toglie di mezzo qualsiasi ipotetico problema riguardante le varie confessioni religiose.
Il fatto è che i DICO nascono di fatto per creare il matrimonio omosessuale, le coppie tradizionali non ne hanno bisogno, possono tutelarsi tranquillamente con ciò che già esiste.
E allora, se permetti, la preservazione dei diritti di una coppia tradizionale ha la precedenza su quelli di una coppia omosessuale, perchè se il mondo si fosse basato sulle coppie omosessuali per andare avanti, il genere umano si sarebbe estinto molto molto tempo fa....
Nessuno toglie diritti agli omosessuali, io stesso ho degli amici dichiaratamente omosessuali con cui vado d'accordo e che ritengo delle ottime persone. Semplicemente ritengo che molto prima dei diritti di una coppia fine a se stessa vengano i diritti di una coppia che permette alla società di sopravvivere e che cmq è la coppia naturale.

ilCannetta ha detto...

Fine dei commenti di risposta :)

Pilar ha detto...

'orcaloca.
mi sa che è ora di un post più frivolo...

Fede Zik ha detto...

Caro Cannetta, se vorrai parlarne più diffusamente, ti invito a contattarmi per mail, per non infestare il blog di Pil.
Vedo che sei un tipo con cui si riesce a ragionare tenendo i toni controllati, pur pensandola in modo opposto a me.

Ovviamente, sui tre punti da te elencati, mi trovo d'accordo solo sul secondo. è vero che i giovani italiani non vogliono fare certi lavori, non vogliono accettare un possibile calo del loro benessere. Ma credo che in certi casi sia normale: uno che si laurea non accetta di buon grado di lavorare "con le mani".

Per quanto riguarda il resto, trovo molto scorretto il tuo modo di porre la questione nel terzo punto. I DICO sono un progetto al ribasso, che non dà grandi garanzie alle coppie gay (chiedi a qualsiasi gay che abbia seguito da vicino il dibattito sui pacs-dico-cus: è stata una presa in giro, una versione sempre più edulcorata e parodistica della legge francese). Inoltre non mi hai ancora spiegato in che modo verrebbero lesi i diritti delle coppie tradizionali, estendendo certi diritte alle coppie gay. Prova a rileggerti, non hai dato una risposta alla mia domanda: forse perchè la risposta non c'è? ;-) Non hai nemmeno risposto alle mie due domande del commento del 19/04: te la senti di negare quei due diritti a due persone che si amano, qualunque sia la loro sessualità?
Ultima cosa: "Nessuno toglie diritti agli omosessuali": non c'è nulla da negare perchè sono già negati!

Termino qui l'OT. Scusa tanto, Pil.
Baciotti,
Fede

Anonimo ha detto...

Ma grande Lega invece! in toscana, ha avuto anche il mio voto..e di tutta la mia famiglia! :)

Pilar ha detto...

cannetta e fede: complimenti per i toni pacati e civili. per pilar non c'è problema: se volete, potete continuare ad usare questo post per esprimere le vostre ragioni.

ilCannetta ha detto...

La risposta arriva in ritardo ma arriva :)
Cmq credo anche io che non serva a molto andare avanti, tanto ci siamo già confrontati su come la pensiamo e nessuno dei due (giustamente) cambia la propria idea...
Cmq per "nessuno toglie diritti agli omosessuali" intendo dire che nessuno vuole discriminare la persona in quanto omosessuale. Per quanto mi riguarda, e penso anche per quanto riguarda la maggior parte degli italiani (anche quelli che hanno votato per esempio la lega), un omosessuale (non un travestito) può anche diventare presidente della repubblica. I diritti che ammetto di non riconoscere sono quelli alla coppia, per esempio quello di essere una coppia riconosciuta "legalmente".
Per quanto riguarda poi ciò che toglierebbero alle coppie tradizionali, immagina semplicemente che potrebbero ad esempio precedere una famiglia tradizionale nell'assegnazione di una delle case destinate alle famiglie con problemi di reddito... questo non mi sembra giusto, perchè se la nostra società continua ad esistere è soprattutto grazie a chi si sposa e fa figli... è detto un po' in modo crudo ma è così...
Ciao

P.S.: penso che anche tu sia una persona intelligente, anche se so che non sarai mai della mia idea e io non sarò mai della tua ;)