martedì 3 giugno 2008

Oh Romeo!


Verona.
Primo giorno di sole dopo settimane (SETTIMANE!) di piedi fracidi, stivali e ombrellini che si capottano.
Pilar e il suo Corazòn Espinado passeggiano serenamente per le vie del centro, sorseggiando una Coca, quando all'improvviso s'imbattono in una coppia di sedicenni.

Lui: SEI UNA STRONZA!
Lei: TU! SEI UNO STRONZO!
Lui: MA VATTENE! NON VOGLIO PIù VEDERTI!
Lei: CERTO CHE ME NE VADO! NON SO COME HO POTUTO RESISTERE TUTTO QUESTO TEMPO CON UN CRETINO COME TE!

Oh, no...!


Due ore dopo, Pilar e il Corazòn sono in macchina, fermi ad un semaforo che sembra essersi dimenticato di loro. Accanto a loro si ferma un'altra auto, coi finestrini abbassati e con a bordo una coppia di trentenni.

Lui: cioè, fammi capire: sdesso non posso neanche parlare con chi mi pare?
Lei: ... (non si capisce)
Lui: CHE COSA?? CHE TONO HO AVUTO CON LEI?? MA SEI PAZZA! LASCIATELO DIRE: SE-I PA-ZZA! FATTI CURARE!!

Gulp!


Alla sera, durante l'aperitivo, accanto al tavolino dove sono seduti la fatina col suo mister, passano un uomo e una donna: lei davanti, incazzata nera, lui dietro, remissivo.

Lei: TORNATENE A CASA DA SOLO!
Lui: ma no, aspetta, ragioniamo... non è come sembra!
Lei: TE NE TORNI A PIEDI, STRONZO!
Lui: no, dai, non fare così...!
Lei: NON TI AVVICINARE, SAI?! SE VIENI QUI TI AMMAZZO!!

Ohpporc'!
Hem... Hey, Corazòn... vero che domani ce ne andiamo via da questo postaccio??!!



...ma Verona non era La Città degli Innamorati?!
Facciamo che è solo La Città di Romeo e Giulietta, và...!

3 commenti:

Fede Zik ha detto...

Che città romantica...


Praga, intendo!
:-D

Pilar ha detto...

toh, la cieca di sorrento!!

ALittaM ha detto...

La città degli innamorati che poi si ammazzano, se ricordo bene... ;)