martedì 15 gennaio 2008

I film Di Paura


Adesso, non è che il trailer di un film deve dire proprio tuttotutto... però dovrebbe perlomeno far capire di che razza di film si tratta.
Il film in questione è "Io sono leggenda".
Dal trailer non si capisce una mazza: c'è Will Smith che corre, un tizio che urla, un leone che si mangia una gazzella, New York deserta. Fine.
Dunque la fatina si cerca una recensione su internet, proprio prima di andare al cinema col suo Corazòn Espinado, e riesce a trovare questa:

Il mio nome è Robert Neville. Sono sopravvissuto e sto a New York City. Se c’è qualcuno la fuori… chiunque. Vi prego. Non siete soli…” New York, 2012. Il 90% della popolazione mondiale è morta a causa di un terribile e irrefrenabile virus, nato da quella che inizialmente sembrava essere una scoperta sensazionale della medicina moderna: un virus sviluppato quindi dall’uomo per combattere il cancro. GENERE: THRILLER.


Sicchè la Lady zampetta al cinema insieme al Mister il quale, appena prima di entrare nella sala, ha l'accortezza di chiederle, con sguardo dubbioso: "Ma... sei sicura? Non è che poi hai paura?"... e lei, di tutta risposta: "Ma dai, è un thriller! Mica sono una cacasotto!".

Ecco, appunto.
Focalizziamoci su questo colorito termine: dicesi Cacasotto una persona che va a vedere un film e poi se la fa addosso dalla paura, tanto da non dormire la notte.
Effettivamente, tale termine non si addice alla Pil.
Lei è una Babbazzacacasotto, che si differenzia dalla semplice Cacasotto per le seguenti caratteristiche:
  1. legge una sola recensione, trovata sul primo sito dell'elenco.
  2. nonostante la laurea conseguita nell'indirizzo in "Storia e conservazione dei beni teatrali, cinematografici e televisivi" (con tanto di laboratorio tenuto dall'esimio Morandini!) non capisce che il genere THRILLER contempla film ben diversi da Ocean's Eleven e Miami Vice.
  3. si fida del trailer cazzuto.
  4. non fa caso agli avvertimenti del Fratello Maggiore e allo sguardo dubbioso del proprio Matador.
  5. deride le persone terrorizzate che escono dallo spettacolo precedente.


Epilogo della serata: la lady temporeggia in macchina col suo cavaliere (il quale, a un certo punto, deve definestrarla dal veicolo), rischia di rompersi gli arti inferiori correndo a perdifiato sulle scale della cantina (noto antro buiobuio della casa), sveglia la famigliola accendendo tutte le luci del castello, dorme sì e no 4 ore, ma con un occhio aperto e uno chiuso.


...Ebbrava la fatina che fa la spavalda!!

5 commenti:

Fede Zik ha detto...

Pil, sei davvero una babbazza. :-P

A me han detto che quel film è una cagata e che non è per nulla fedele al libro (non che me ne freghi, visto che non l'ho letto...). Non mi ispira proprio!

ALittaM ha detto...

amico: vado a vedere Io Sono Leggenda.
ALittaM: ah, quello in cui lui è l'unico uomo rimasto e tutti gli altri sono vampiri?
amico: ...cosa?! Vampiri? Ma dal trailer sembrava che lui fosse solo e basta! Cos'è sta storia dei vampiri?

...Pilar non è l'unica a essere stata ingannata!! :)

francina ha detto...

Io dovevo andarci ma poi mi sono salvata!E meno male che non ci ho portato il mio mister che è più babbazzocacasotto di te! (senza offesa ovviamente!!):P

Akilleys ha detto...

E' scenograficamente bellissimo quel film, l'ho visto anch'io. Però non fa tanta paura. Qualche vampira era pure carina....

Pilar ha detto...

fede: babbazza?? io??! naaaaah!! ;)

alittam: allora lo hanno fatto apposta!! sapevano che fosse una cacata di film e hanno voluto fregarci!!

franci: vabbè, ma magari a lui non avrebbe fatto tanta paura...direi di "provare per credere"! (hihi)

aki: vampire carine?? ma che film hai visto?