sabato 26 gennaio 2008

Tutti con la maèèèstra!


Lavorare vicino a casa è un casino.
Soprattutto se fai la maestra.
Se vai a fare la spesa, trovi almeno una nonna che ti chiede se il proprio nipotino se la fa ancora nelle braghe: "Uh signur!! La signora maestra! Richiiiiii!! Guardaaaa: c'è la tua maestraaaa!!!".
Se vai dal farmacista, trovi la mammina di turno che deve assolutamente sapere se la propria piccina piange quando la sbologna a scuola ogni giorno: "Ma piange forte o piano? Angelica, basta! Vieni via dal collo della maestra! Lasciala stare!".
Se vai dal macellaio che non t'ha mai cacata di striscio, t'accorgerai che è il papà di quel bambino che disegna solo trousse di trucchi: "Mi devo preoccupare? R, basta! Staccati dalle gambe della maestra, che sennò cade! Ho detto di staccarti!!".
E se vai in piscina il sabato mattina, sei fregata.
Al sabato mattina tutte le mamme sbolognano la prole al capofamiglia, il quale immergerà i piccini nella vasca bollente, per estrarli un paio d'ore dopo esausti e con la pelle raggrinzita. E se disgraziatamente anche tu stai uscendo dalla vasca, te li appiccicherà addosso dicendoti: "Hanno detto che è la loro maestra preferita!!(chelleccapiedi!) Ecco... devono fare la doccia... li porta dentro con lei, per favore? 'chè lei è più pratica...". E i pargoli: "Sììììì!! Tutti con la maèèèèstra!!".

Mapporc'...!

4 commenti:

francina ha detto...

un bel travestimento è quello che ci vuole!!!!!

Pilar ha detto...

eh, ma guarda, ormai sono convinta che sia un lavoro che giova all'autostima: quando vado in giro mi sento il papa, e quando i micromocciosi mi dicono "sei la maestra più bellissima che c'è!", mi sento la Canalis.
Olè!

mirtilla ha detto...

anche io sono maestra!!!ciao collega!!:) Gratificante!!!!

Pilar ha detto...

ohccielo, una maestra!